Mano

Da Italiano-Zeneize.

Màn

Sostantivo

Note
Usi idiomatici
Mano sui vocabolari storici IT-ZE
talvolta il termine italiano indicato può differire da quello in uso nella lingua attuale perché desueto o arcaico
Gaetano Frisoni (1910)
Mano,  s. f.  man.
Vedi
Luigi Cavenaghi (1975)
mano : man s.f; moen s.f.pl.; dare un aiuto: dâ ûnn-a —; — d'opera: — d'opera; — dritta e — manca: — drïta, — mancinn-a; accompagnare a —: accompagnâ a—; dare una — di colore: dâ ûnn-a — de cô; alzare le —: alzâ e —; a — salva, a — armata: a — armâ, a — sarva; a — giunte: a — zunte; avere facilità in tutto: avei e — in pasta, avei e — lunghe; avere un buon gioco in —: avei ûn bon zêugo in —; avere le mani legate: avei e — lighæ; avere le — pulite o bucate: avei e — nette ò pertuzæ; avere in — tanto da...: avei in — tanto da...; tenere per — un cavallo: avei pe-a — ûn cavallo; battere le — (applaudire): batte e — ò cioccâ de —; baciare la —: baxâ a —; pervenire nelle —: capitâ in te —; cadere di —: cazze de —; con ambo le —: con tûtte e due e —; senza cosa alcuna in —: co-e — scrollando; crescere in —: cresce in —; cavo della —: crêuzo da —; sorvegliare una persona: dâ a mente a-e — d'ûnn-a...; darsi — (accompagnarsi, impalmarsi): dâse —; di — in —: de maniman; essere alla —: ëse ä —; essere stretto di — (avaro): ëse streito de —; distante dall'abitato: ëse fêua de —; guadagnar di — (del cavallo): guagnâ de — o cavallo; trascurare o perdere l'occasione: lasciâse scappâ de —; lavarsi le — (non impicciarsi): lavâse e —; mettere — (cominciare): mette —; uomo alla —: ommo ä —.
Vedi
Visitate la pagina di Aiuto per contribuire alla realizzazione del Grande Dizionario della Lingua Genovese.