Àstrego

Da Zeneize-Italiano.

Lemma incompleto: per inserire o conoscere le motivazioni selezionare l'immagine
 
1. Lastrico
Parte del discorso della parola genovese

Sostantivo maschile

Àstrego
non è ancora presente sul rimario

 

info Grafîa ofiçiâ Grafia semplificata Pronuncia (SAMPA)
m.s. àstrego astrego ["astregu]
m.p. àstreghi astreghi ["astregi]
Àstrego sui vocabolari storici
Giuseppe Olivieri (1851)
Vedi
Astregu. Lastricato, lastrico, copertura della strada con lastre di pietra accozzate insieme. Astregu de muin, suolo a mattoni. Restâ in sce l' astregu, rimanere sul lastrico e vale rimaner senza nulla. Acciottolato, ciottolato, selciato, quel pavimento delle strade, cortili, stalle, e simili, che è fatto con ciottoli allogati, e picchiati sur un letto di rena, colla quale anche sono riempiuti gli intervalli tra ciottolo e ciottolo. In questo lavoro il selciatore adopera primamente la martellina, poi la mazzeranga, mazzabeccu.
Giovanni Casaccia (1876)
Vedi

Àstrego s. m. Lastrico, Lastricato, Selciata, Selciato, Inselciato, Acciottolato, Ammattonato V. Astregâ nel differente uso delle sue voci.

§ Resta in sce l'àstrego; Rimanere in sull'ammattonato o in sul lastrico, figurat. vale Rimanere senza nulla.
§ Ridûe ûnn-a persōnn-a in sce l'àstrego; Porre uno al sole, Ridurlo al verde, in sul lastrico, in sull'ammattonato, vale Ridurlo in estrema necessità, Rovinarlo, Mandarlo in precipizio.
§ Ridûise in sce l'àstrego; Ridursi o Condursi in sul lastrico o in sull'ammattonato, vale Ridursi o Divenire in estrema necessità.
V.D.M. (1923)
Vedi
Astregu
Lastrico.
Voci correlate
Astregâ - Astregòu
Visitate la pagina di Aiuto per contribuire alla realizzazione del Grande Dizionario della Lingua Genovese.



Strumenti personali
Dizionario Italiano-Genovese