Bànsa

Da Zeneize-Italiano.

Lemma incompleto: per inserire o conoscere le motivazioni selezionare l'immagine
 
1. Bilancia
2. Stadera
Parte del discorso della parola genovese

Sostantivo femminile

Bànsa
non è ancora presente sul rimario

Forme alterate
1.
accrescitivo ¤ staderone
  m.s. ¤ bansón ¤ banson ¤ [baN"suN]
  m.p. ¤ bansoìn ¤ bansoin ¤ [baN"swiN]

Note
1.
Nella pronuncia odierna la prima a è detta breve (cfr. con i vocabolari storici).
info Grafîa ofiçiâ Grafia semplificata Pronuncia (SAMPA)
f.s. bànsa bansa ["baNsa]
f.p. bànse banse ["baNse]
Bànsa sui vocabolari storici
Giuseppe Olivieri (1841)
Vedi
Bansa. Stadera, strumento col quale si pesano diverse cose, sostenendole, benchè gravissime, col peso d'un piccolo contrappeso; è composto di un ago o fusto su cui sono segnate le libbre e le once, di una perpendicolare che lo sostiene, del piatto o bacino da porvi ciò che si vuol pesare, e di cui può anche farsi di manco, e di un romano o piombino, il quale scorre sul fusto finchè diventi il contrappeso delle libbre o once poste sul bacino, o altrimenti attaccate al fusto. Bânsette da monée. Saggiuolo, quelle bilancette con cui si pesano le monete, dette anco Saggio, o Saggiatore.
Giovanni Casaccia (1876)
Vedi

Bänsa o Bänçe; Bilancia e al plur. Bilance: Strum. in cui l'ignoto peso d'un corpo viene a farsi noto dal vederlo stare in equilibrio con altro corpo di peso conosciuto, ambedue sospesi a eguale distanza dal centro del movimento. La bilancia ha due gusci o piattelli (cōppe) sostenuti da tre catenelle raccomandate superiormente ad un uncino (gancio), che si appicca all'estremità delle braccia (braççi) del giogo (asta). In uno dei gusci si mette la roba che si vuol pesare, nell'altro i pesi (e peize) che le fan contrappeso. Il giogo consta di braccia eguali, ha da ambe le parti intorno al pernio due lenti (lenti) ossia due ingrossamenti che rendono il giogo più forte, e fan sì che né esse né l'ago (ombrisallo) freghino contro la trutina (maschetta).

a due portæ; Stadera a due portate V. appresso Portâ da bänsa.
da man; Stadera: Bilancia d'un guscio solo, con cui si pesan diverse robe sostenendole in bilico.
Bänse finn-e; Bilancia gelosa, dicesi Quella la quale, per essere di squisita costruzione, dà il tracollo al minimo peso che rompa l'equilibrio.
" ordenäie; Bilancia pigra: Il contrario di Bilancia gelosa.
§ Asta da bänsa da man; Stilo o Fusto: Quel lungo braccio della stadera, su cui sono segnate le libbre e le once.
§ Dâ dō dïo ä bänsa; Dar il tratto alla bilancia, vale Far che la bilancia pieghi da una parte.
§ Ëse in bänsa; Dubitare, Non si risolvere, Star in dubbio. Modo figurato.
§ Grosso da bänsa; Portata maggiore, Lato grosso: Quel lato, le cui tacche (crenn-e) indican pesi di una maggior denominazione.
§ Menûo da bänsa; Portata minore: Quel lato, le cui tacche indican pesi d'una minore denominazione.
§ Portâ da bänsa; Portata della stadera: La maggior quantità di peso ch'essa può indicare da un lato dello stilo.
§ Tegnî ûn in bänsa; Tener a bada, Tener sulla fune o sulla corda, sulla gruccia, in pastura, Dar pasto, Badaluccare; figurat. vagliono Intertenere altrui colla speranza, Tenerlo dubbioso e sospeso, Dargli pena coll'indugio.

Bänsōn s. m. Staderone. Accresc. di Stadera: Grossa stadera V. sopra Bänsa da man.

V.D.M. (1923)
Vedi
Bànsun
Staderone.
Visitate la pagina di Aiuto per contribuire alla realizzazione del Grande Dizionario della Lingua Genovese.
Strumenti personali
Dizionario Italiano-Genovese