Ghìndou

Da Zeneize-Italiano.

Lemma incompleto: per inserire o conoscere le motivazioni selezionare l'immagine
 
1. Arcolaio
Parte del discorso della parola genovese

Sostantivo maschile

Ghìndou
non è ancora presente sul rimario

 

info Grafîa ofiçiâ Grafia semplificata Pronuncia (SAMPA)
m.s. ghìndou ghindou ["giNdOw]
m.p. ghìndai ghindai ["giNdaj]
Ghìndou sui vocabolari storici
Giuseppe Olivieri (1841)
Vedi
Ghindau. Arcolajo, Guindolo, strumento rotondo per lo più fatto di canucce rifesse sul quale s'addatta la matassa per dipanarla, o incannarla. Il guindolo è più leggiero e si ferma dove si vuole con una vite.
Giovanni Casaccia (1876)
Vedi

Ghìndao s. m. Arcolajo, Guìndolo, Bìndolo e nel Modenese Dipanalore: Strum. rotondo, per lo più fatto di canne rifesse o di stecche di legno, sul quale s'adatta la matassa d'accia o d'altro filato per dipanarla e farne gomitoli (rûmescelli); è infitto in uno stilo di ferro fermato in uno zoccolo di legno o di marmo, e nello svolgersi la matassa esso gira. Ce n'ha de' più gentili e leggieri che mediante una piccola vite si fissano dove torna comodo.

dō bûgatto; Burattello, e da taluni Tòmbolo, Rocca (coll'o stretto), Frullone: Specie di cilindro cavo, lungo poco men che il frullone (bûgatto), entro cui si volge su due perni. La superficie del burattello è formata da un velo variamente rado, per cui passa la farina che si abburatta, volgendo una manovella esteriore.
V.D.M. (1923)
Vedi
Ghindao
Arcolaio. - Strumento sul quale si mette la matassa per dipanarla, per isvolgerne il filo a aggomitolarlo.
Visitate la pagina di Aiuto per contribuire alla realizzazione del Grande Dizionario della Lingua Genovese.
Strumenti personali
Dizionario Italiano-Genovese